Storia o cronologia

L’associazione SwissErgo è stata fondata nel 1999 da 26 soci fondatori e oggi conta circa 140 membri.
L’associazione è ancora relativamente recente, nonostante i contributi significativi degli ergonomi svizzeri d’avanguardia che hanno contribuito allo sviluppo scientifico di questa disciplina a livello internazionale, a partire dalla seconda metà del XX secolo.
Le seguenti istituzioni, sostenute da personalità ben note nel settore, figurano tra gli elementi chiave che hanno dato l’impulso iniziale per la creazione di SwissErgo: l’Istituto di Medicina occupazionale ed Ergo dell’Università (Paule Rey, 1969-1994), l’Istituto di Scienze e Salute occupazionale presso l’Università di Losanna (Michel Guillemin, 1984-2005 e Brigitta Danuser 2005) e l’Istituto di Igiene e Fisiologia Applicata presso il Politecnico federale (Etienne Grandjean 1950-1983 e Helmut Krueger 1983-2004).

Scopo dell'associazione

L’obiettivo dell’associazione è quello di promuovere l’ergonomia a livello accademico, professionale e giuridico in Svizzera, in modo che questa disciplina sia riconosciuta come un settore essenziale di competenza nel campo della salute sul lavoro.

La nostra missione: Promuovere l’ergonomia fornendo una piattaforma informazioni per gli ergonomi. Offrire un polo di competenze per contribuire al miglioramento delle conoscenze e delle pratiche professionali.

La nostra visione:

  • Garantire la longevità dei lavoratori in buono salute e produttivi in un mondo del lavoro che volve.
  • Prevenire e gestire i rischi fisici, psicosociali e organizzativi legati al lavoro
  • Assicurare una migliore salute al lavoro per tutti i lavoratori in Svizzera – oggi e per le generazioni future.

L’associazione persegue questo obiettivo attraverso le seguenti azioni:

  • Fornire agli ergonomi, agli specialisti della salute e della sicurezza, nonché agli attori del mondo del lavoro interessati una piattaforma informazioni di scambio
  • Promuovere la formazione ergonomica iniziale e continua a livello accademico e promuovere le collaborazioni nell’ambito della ricerca in Svizzera
  • Lavorare a stretto contatto con altre associazioni che hanno obiettivi simili: IEA, FEES, CREE e Switzerland Pro (organizzazioni partner)
  • Organizzare e sostenere dei congressi, delle conferenze, delle visite aziendali e delle giornate di formazione (perfezionamento e formazione continua)
  • Mantenere stretti contatti con le autorità e le istanze legali in Svizzera